2 In Food/ Giappone a Roma

Ristorante giapponese Doozo

A Roma esiste un luogo unico e bellissimo, dove poter respirare per un po’ almeno un’atmosfera tipicamente giapponese. Ristorante, sala da tè, galleria d’arte (con bellissime esposizioni di fotografia) libreria e centro culturale, Doozo. Art, Books&Sushi è cultura giapponese al 100%, nonché uno dei migliori ristoranti giapponesi (autentici!) a Roma.

Il giardino interno

Il giardino interno

Scoperto negli anni universitari (correva l’anno 2006) insieme alla mia ex lettrice di lingua giapponese, la mitica Ito sensei, da allora per me è diventato uno dei ristoranti fissi quando si tratta di cucina giapponese. Il cibo è ottimo, decisamente sopra la media dei ristoranti giapponesi a Roma (molti ex cinesi convertiti), è sicuramente un po’ caro ma andando a pranzo col menù fisso (teishoku) si riesce ad arginare un po’ la spesa. I piatti sono bellissimi e non comuni, inoltre c’è anche un’ottima selezione di wagashi, i dolci tipici giapponesi, cosa più unica che rara, veramente difficili da trovare in giro. Tra i dolci io consiglio in particolare il daifuku e il delizioso ciambellone al tè verde. Degno di nota poi cortile interno dove si può pranzare in tutta tranquillità con il rumore dell’acqua che scorre in sottofondo.

Da Doozo inoltre c’è un fitto calendario di manifestazioni culturali, mensilmente vengono organizzate diverse attività legate al Giappone, conferenze, presentazioni, workshop e incontri di lettura, oltre a corsi di ikebana, shodo e di cucina giapponese.

Insomma, se siete a Roma e avete voglia di un po’ di Giappone, non posso che consigliarvi questo luogo incantevole, di seguito tutti i dettagli:

Doozo art book & sushi
Via Palermo 51-53, Roma
06 481 56 55
Bento del pranzo

Bento del pranzo

Potrebbero interessarti anche

2 Commenti

  • Reply
    Ricetta anko, la marmellata di azuki | Tradurre il Giappone
    Agosto 21, 2015 at 10:03

    […] dalla pasticciera Machida Ayako presso il ristorante Doozo (ricordate? Ve ne ho parlato anche qui) e ho imparato come fare uno tsubuan perfetto (o quasi!). Ecco la […]

  • Reply
    Tiramisu al matcha: la ricetta senza uova | Tradurre il Giappone
    Maggio 29, 2018 at 12:12

    […] di un dolce che adoro. Sempre qualche anno fa, ho seguito un corso di dolci giapponesi presso il ristorante Doozo, e tra le ricette proposte, oltre a quelle più tradizionali della pasticceria giapponese, […]

  • Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: